The iconic example of Carrara carved landscape | Extractive landscapes reading. Cultural heritage, creative approaches, and operative protocols cycle

Ott 5, 2022 | convegni e workshop

14 ottobre 2022 ore 9.00
Auditorium Cappella Guinigi presso il Campus San Francesco – Scuola IMT Alti Studi Lucca | online

1° Seminario internazionale di ricerca | 1° seminario internacional de investigación | 1st International Research Seminar 
by the network
CARVE-Land. Culture, Art, Research for Heritage Values in Extractive Landscapes (https://sites.google.com/iuav.it/carveland-net/home)

a cura di | coordinators Ana Cardoso-de-Matos, Marco Chiuso, Enrique Larive-López, Mar Loren-Méndez, Emanuela Sorbo

comitato scientifico | scientific commitee Roberto F. Alonso-Jiménez, Mar Loren-Méndez, Enrique Larive-López UNESCO Chair CREhAR. Universidad de Sevilla, Daniela Capra, Marco Chiuso Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Lucca e Massa Carrara, Ana Cardoso-de-Matos, Armando José Graça Quintas Universidad de Évora-CIDEHUS, Manuela Germani Regione Toscana – Settore tutela, riqualificazione e valorizzazione del paesaggio, Emanuela Sorbo, Sofia Tonello Università Iuav di Venezia

partecipano | with the partecipation Angela Acordon, Giulia Picchi Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Lucca e Massa Carrara, Ana Paula Amendoeira Direcção Regional da Cultura do Alentejo, Fabrizio Antonelli, Mauro Marzo, Università Iuav di Venezia, Serena Arrighi Sindaco di Carrara, Juan Manuel Becerra García, Fuensanta Plata García Consejería de Cultura y Patrimonio Histórico. Junta de Andalucía, Viola Bertini Sapienza Università di Roma, Dipartimento di Architettura e Progetto, Manuela Germani Regione Toscana – Settore tutela, riqualificazione e valorizzazione del paesaggio, Pierpaolo Ianni responsabile dell’ufficio del Presidente della Commissione per la biblioteca e l’archivio storico del Senato, Luigi Latini, Simonetta Zanon Fondazione Benetton Studi e Ricerche, Emanuele Pellegrini, Alessandro Poggio Scuola IMT Alti Studi Lucca

Con il patrocino di Fondazione Cassa di Risparmio Lucca

Il seminario si svolgerà a Lucca e sarà il primo di un ciclo di tre Seminari internazionali «Extractive landscapes reading. Cultural heritage, creative approaches and operative protocols» che mirano a sviluppare un’attività di ricerca e confronto sull’efficacia degli strumenti per la tutela del paesaggio e dei beni culturali nell’ambito dei paesaggi estrattivi del marmo.
L’indagine si sta svolgendo in forma comparativa su tre casi studio di luoghi estrattivi del marmo (Carrara, IT; Macael, SP; Évora, PT) in cui i processi di trasformazione antropica dell’attività industriale contemporanea ed il patrimonio paesaggistico e culturale sono compresenti. 
L’obiettivo del seminario è l’individuazione di strumenti di conoscenza e tutela che permettano di gestire la conoscenza dei beni culturali e paesaggistici in forma dinamica nel tempo e nello spazio attraverso la presentazione delle peculiarità e problematicità del caso studio italiano ed il confronto delle possibilità di conoscenza, gestione e tutela in un confronto internazionale.

Informazioni per crediti formativi universitari e professionali e partecipazione (https://sites.google.com/iuav.it/carveland-iconic-carrara/istruzioni-studenti-professionisti)
stonello@iuav.it

link partecipazione (https://teams.microsoft.com/l/meetup-join/19%3ameeting_OGZhMzY2NTItY2JmMS00MzI1LWFlYWYtZWZjN2UyN2NjNTdk%40thread.v2/0?context=%7b%22Tid%22%3a%22585c6355-fa86-4eb8-bd81-855ab9c904e7%22%2c%22Oid%22%3a%22273320d0-20ae-4e20-bcc0-aaf07acde56f%22%7d)

Programma: Programma-Seminario_completo

Ultime news

Il bisbiglio dei ricordi indefiniti. Progetto paesaggistico e conservazione attiva dei luoghi archeologici

Il bisbiglio dei ricordi indefiniti. Progetto paesaggistico e conservazione attiva dei luoghi archeologici

«La natura, riprendendo a sé i materiali sottratti dall’uomo, opera armonicamente, così da lasciare ai ruderi una possibilità di ricostruzione ideale. Da ciò il fascino e la bellezza delle ruine. Il restauratore che ne limita la forma […] impone al monumento e all’osservatore una sua opinione personale tanto più sgradevole quanto più la natura aveva aggiunto alle ruine il bisbiglio dei ricordi indefiniti che essa sola conosce»

ultimi convegni e workshop