Progettazione Paesaggistica_master di II livello al DIDA Università di Firenze_ proroga iscrizioni al 13 Dicembre

Dic 10, 2019 | didattica, master

Segnaliamo con piacere che è stato prorogato al prossimo 13 Dicembre il termine per  l’iscrizione al Master “Progettazione Paesaggistica” erogato dal Dipartimento di Architettura (DIDA), dell’Università di Firenze.

Il Master, coordinato da Tessa Matteini, è biennale (gennaio 2020 – dicembre 2021) e si propone di formare tecnici di alto livello e professionisti esperti nella progettazione del paesaggio e degli spazi aperti, nella riqualificazione paesaggistica e ambientale, nella conservazione attiva di giardini e siti storici (Laboratori tematici su Paesaggi agrari e tutela del patrimonio naturale e culturale; Giardini storici e luoghi patrimoniali; workshop intensivo Cultural Heritage).

La tipologia di frequenza richiesta e il calendario didattico, cadenzato su tre giorni di lezione ogni due settimane e su 4 workshop concentrati nel tempo, sono stati immaginati per un impegno compatibile con quello professionale.

Per informazioni:
tessa.matteini@unifi.it

Locandina

Per maggiori informazioni

Ultime news

International Journal of Heritage, Memory and Conflict, 1 (2021)

International Journal of Heritage, Memory and Conflict, 1 (2021)

The Journal of Heritage, Memory and Conflict (HMC) is an international, peer-reviewed, diamond open access Journal that critically analyses the tangible and intangible remnants, traces and spaces of the past in the present, as well as the remaking of pasts into heritage and memory, including processes of appropriations and restitutions, significations and musealization and mediatisation.

1981-2021 GIARDINI STORICI: esperienze, ricerca, prospettive a 40 anni dalla Carta di Firenze

1981-2021 GIARDINI STORICI: esperienze, ricerca, prospettive a 40 anni dalla Carta di Firenze

Il convegno si propone di ripensare le due Carte del restauro dei giardini storici (Icomos-IFLA e italiana) stilate a Firenze nel 1981 alla luce dei profondi cambiamenti che hanno investito l’ambiente, il paesaggio, la società nel passaggio al nuovo millennio e degli esiti di un’operatività internazionale nel restauro dei giardini, che si è affinata sulla base dei criteri dettati dalle Carte.

altri didattica