“Pompei insula occidentalis. Conoscenza, restauro, scavo e valorizzazione” | Presentazione del volume

Feb 27, 2022 | news editoria, scuole di specializzazione

Siamo lieti di segnalare che il giorno 9 marzo 2022 ore 11, presso il Centro Congressi Federico II, via Partenope 36 a Napoli, avrà luogo la presentazione del volume Pompei insula occidentalis. Conoscenza, restauro, scavo e valorizzazione a cura di G. Greco, M. Osanna e R. Picone.

Il volume raccoglie gli esiti di una ricerca interdisciplinare condotta sull’area extraurbana della città antica di Pompei che ha affrontato gli aspetti legati alla conoscenza, messa in sicurezza, paleobotanica, archeologia e geofisica, nonché al restauro, alla conservazione e al miglioramento della fruizione del sito, alla scala urbana e architettonica. Lo sguardo intrecciato dei diversi saperi ha consentito di guardare al sito pompeiano sotto diverse angolazioni, concorrendo ad un significativo avanzamento del quadro conoscitivo sull’area del Suburbio occidentale di Pompei.
L’Insula Occidentalis di Pompei si presenta come un’area strategica per il miglioramento dell’accessibilità e della fruizione al sito archeologico: essa include alcuni dei principali ingressi attuali alla città antica e costituisce la principale interfaccia tra l’area archeologica e la città contemporanea, contenuta nella Buffer zone perimetrata dall’UNESCO. A partire dall’analisi di queste specificità, gli studiosi coinvolti nella ricerca hanno previsto una fruizione diversificata del sito, alleggerendo anche la pressione antropica sui percorsi più frequentati, avviando una riflessione globale su questo comparto della città antica, che dalle Terme Suburbane arriva fino alla Villa dei Misteri.
Il risultato, che possiamo vedere nelle pagine di questo volume, è un progetto organico e coerente che sulla base di analisi diagnostiche avanzate e ricerche archeologiche, propone un piano strategico per il restauro, la valorizzazione e l’accessibilità di una zona di Pompei a lungo dimenticata, potenziandone le possibilità di comprensione anche per il pubblico, nel rispetto dei suoi significati storici.
 

Ultime news

Il bisbiglio dei ricordi indefiniti. Progetto paesaggistico e conservazione attiva dei luoghi archeologici

Il bisbiglio dei ricordi indefiniti. Progetto paesaggistico e conservazione attiva dei luoghi archeologici

«La natura, riprendendo a sé i materiali sottratti dall’uomo, opera armonicamente, così da lasciare ai ruderi una possibilità di ricostruzione ideale. Da ciò il fascino e la bellezza delle ruine. Il restauratore che ne limita la forma […] impone al monumento e all’osservatore una sua opinione personale tanto più sgradevole quanto più la natura aveva aggiunto alle ruine il bisbiglio dei ricordi indefiniti che essa sola conosce»

altre news editoria

Presentazione della Collana Editoriale MADLab-ER

Presentazione della Collana Editoriale MADLab-ER

Venerdì 1 marzo 2024 ore 16.00
Sede SABAP Bologna – Via 4 Novembre, 5
Siamo lieti di invitarvi alla presentazione della Collana Editoriale MADLab-ER, nata da una collaborazione tra l’Agenzia Regionale Ricostruzioni dell’Emilia Romagna e i gruppi di ricerca delle Università della Regione che, a vario titolo, si occupano di costruito.