pubblicazioni

pubblicazioni

Melchiorre Bega. Architetture Interni Allestimenti

Autore:
Rosa Chiesa, Sara Di Resta (a cura di)
Editore:
Silvana Editoriale, Milano
Anno:
2023
ISBN:
9788836655434

Raffinato interprete della cultura e dell’innovazione del Novecento, Melchiorre Bega, architetto e designer, è autore di numerose opere rimaste per lunghi anni ai margini dall’attenzione della ricerca.
La sua attività documenta un’intensa riflessione sulle diverse possibilità del progetto nella sua dimensione multiscalare: dall’interior design alle ville, dall’architettura di rappresentanza ai grattacieli.
Direttore della rivista Domus negli anni tragici della Seconda guerra mondiale, Bega compie la sua parabola professionale e intellettuale arrivando a misurarsi con le sfide della città e della ricostruzione.
Il volume, realizzato a partire dall’acquisizione del fondo Melchiorre Bega presso l’Archivio Progetti dell’Università Iuav di Venezia, centro archivistico orientato alla ricerca, rappresenta una costruzione critica aggiornata del profilo analitico della sua opera. Ripercorrendo le tracce della vicenda culturale e operativa dell’architetto, emerge il profilo di un intellettuale che ha saputo legare utopia e intelligenza pratica, arte e produzione industriale, in una trama di intrecci che attraversa cinque decenni di attività e che evidenzia oggi questioni centrali nella conservazione del patrimonio architettonico del Novecento.

Link: https://www.silvanaeditoriale.it/libro/9788836655434

Ultimi Freschi di stampa

Il bisbiglio dei ricordi indefiniti. Progetto paesaggistico e conservazione attiva dei luoghi archeologici

«La natura, riprendendo a sé i materiali sottratti dall’uomo, opera armonicamente, così da lasciare ai ruderi una possibilità di ricostruzione ideale. Da ciò il fascino e la bellezza delle ruine. Il restauratore che ne limita la forma […] impone al monumento e all’osservatore una sua opinione personale tanto più sgradevole quanto più la natura aveva aggiunto alle ruine il bisbiglio dei ricordi indefiniti che essa sola conosce»

altre pubblicazioni   

Il bisbiglio dei ricordi indefiniti. Progetto paesaggistico e conservazione attiva dei luoghi archeologici

Il bisbiglio dei ricordi indefiniti. Progetto paesaggistico e conservazione attiva dei luoghi archeologici

«La natura, riprendendo a sé i materiali sottratti dall’uomo, opera armonicamente, così da lasciare ai ruderi una possibilità di ricostruzione ideale. Da ciò il fascino e la bellezza delle ruine. Il restauratore che ne limita la forma […] impone al monumento e all’osservatore una sua opinione personale tanto più sgradevole quanto più la natura aveva aggiunto alle ruine il bisbiglio dei ricordi indefiniti che essa sola conosce»