III Convegno SIRA Napoli 15-16 giugno 2023 | Primo annuncio

Dic 21, 2022 | convegni e workshop, in evidenza

Napoli, 15-16 giugno 2023

III Convegno SIRA: “Una linea di indirizzo per il progetto di restauro dell’architettura”

 

Il III Convegno SIRA si terrà nel 2023, riprendendo la tradizione degli incontri organizzati in presenza a Roma nel 2016 e a Bologna nel 2018, con l’obiettivo di  confrontarsi ed elaborare, con la partecipazione attiva dell’intera comunità scientifica che nella SIRA si riconosce, un documento di intesa che costituisca un riferimento metodologico per quelle «linee di indirizzo, […], criteri e modelli di intervento in materia di conservazione dei beni culturali» che, secondo il Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio, dovrebbero essere definite dal Ministero della Cultura con la collaborazione delle Università e degli Istituti di Ricerca ma che, ad oggi, ancora tardano a prendere corpo.

Il tema del Convegno è focalizzato su quella che è la competenza disciplinare specifica della Società Scientifica, ovvero la qualità del progetto di restauro architettonico.

I lavori saranno organizzato in sedute plenarie e sezioni tematiche, articolate secondo un possibile indice del documento finale. I temi delle sezioni saranno definiti con la partecipazione dei Gruppi di lavoro di SIRA, in vista della Call for paper, che seguirà questo primo annuncio.

Il Convegno è riservato ai Soci SIRA, ma non è escluso, anzi è auspicato, che i contributi presentati siano a più mani e apportino ai lavori collaborazioni esterne, utili alla completezza e alla credibilità del risultato finale.

 

Struttura del convegno

Il Convegno si terrà a Napoli nei giorni 15-16 giugno 2023, secondo il seguente programma di massima:

15 giugno (mattina), Dipartimento di Architettura, Aula Magna Palazzo Gravina (via Monteoliveto, 3):

  • apertura convegno, keynotes in plenaria, avvio lavoro sezioni;

15 giugno (pomeriggio), Dipartimento di Architettura, Palazzo Gravina (via Monteoliveto, 3):

  • sedute parallele delle sezioni;

16 giugno (mattina), Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio, coro della chiesa trecentesca di Santa Maria Donnaregina (vico Donnaregina, 26)

  • sessione plenaria, rapporti delle sezioni e conclusioni;

16 giugno (pomeriggio): Palazzo Reale

  • visite e aperitivo di saluto

 

L’articolazione definitiva del Convegno sarà strutturata a valle della raccolta degli extended abstract e a seguito di una elaborazione avviata all’interno dei gruppi SIRA.

Ciascuna sezione del Convegno sarà formata dai Colleghi che avranno scelto di portare un contributo su quel tema attinente alle sezioni indicate. I lavori di ciascuna sezione saranno coordinati da due discussant, che, sulla base degli extendend abstract, prepareranno prima del Convegno una bozza del testo da discutere nella sezione, e da un rapporteur, che riporterà in plenaria l’esito dei lavori della sezione e il testo di sintesi approvato come corrispondente “paragrafo” delle linee di indirizzo.

Gli Atti del Convegno forniranno lo stato dell’arte della disciplina e presenteranno, al contempo, potenziali linee di indirizzo, ciascuna articolazione delle quali sarà esito di una discussione, affiancata da contributi teoretici e da casi studio a supporto ed esemplificazione del testo.

I full paper saranno sottoposti a double blind peer review.

Il Direttivo SIRA costituirà il Comitato Scientifico.


Calendario

Dicembre 2022: Primo annuncio del convegno
Gennaio 2023: lancio della call for papers, con specifica dei temi delle sezioni, delle scadenze, dei formati
Aprile 2023: Termine per l’invio degli abstract (extended:  e.g. min 4000 e max 5000 battute spazi inclusi + bibliografia, con l’indicazione di: titolo, Autore/i, affiliazione, contatti mail, breve profilo di max 500 battute ciascuno, sezione prescelta)
Maggio 2023: Comunicazione di accettazione dell’extended abstract agli Autori e definizione del programma del convegno
31 Maggio 2023: individuazione per ciascuna sezione di discussant e rapporteur
15-16 Giugno 2023: Convegno
30 Giugno 2023: divulgazione ai media del testo di sintesi approvato dal Convegno
15 Settembre 2023: Termine per la consegna dei full paper secondo le indicazioni che saranno comunicate agli Autori


First announcement
CONVEGNO SIRA 2023 NAPOLI

 

Ultime news

Mercati coperti tra fine Ottocento e Novecento. Caratteri, valori, conservazione e scenari per il futuro

Mercati coperti tra fine Ottocento e Novecento. Caratteri, valori, conservazione e scenari per il futuro

Il numero presenta un primo sguardo, necessariamente parziale ma volutamente esteso, sul singolare e articolato patrimonio dei mercati coperti, con lo scopo di riconoscerne e sottolinearne i valori per garantirne la permanenza nel tempo. Si raccontano, in un ideale viaggio attraverso la penisola, la storia, i caratteri, le peculiarità, i progetti in corso o i possibili futuri scenari di alcuni casi rappresentativi.

Castelli Medievali in Sardegna. Sistemi, architetture, tecniche costruttive

Castelli Medievali in Sardegna. Sistemi, architetture, tecniche costruttive

I castelli medievali della Sardegna costituiscono da lungo tempo un tema, tanto affascinante quanto articolato, che appassiona studiosi di vari settori. Facendo tesoro di precedenti esperienze, il lavoro qui presentato prende avvio da una visione di sistema alla scala territoriale, nella convinzione che solo a partire da essa sia possibile giungere all’effettiva conoscenza e comprensione di ciascuna realtà architettonica.

ultimi convegni e workshop

Restoring modern architecture. Fallingwater and Guggenheim Museum Conservation project | ssbap lecture

Restoring modern architecture. Fallingwater and Guggenheim Museum Conservation project | ssbap lecture

7 febbraio 2023 ore 9.30
Coro della Chiesa trecentesca di Donnaregina
Vico Donnaregina 26, Napoli

Con piacere segnaliamo la lecture “Restoring modern architecture. Fallingwater and Guggenheim Museum Conservation project”, organizzata dalla Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, in occasione dell’inaugurazione dell’anno accademico 2022-23.