pubblicazioni

pubblicazioni

Gustavo Giovannoni tra storia e progetto

Autore:
N. Marchetti, G. Franco, S.F. Musso,M.B. Spadolini​

Editore:
Edizioni Quasar, Roma

Anno:
2018

Catalogo della mostra, Roma, Museo Nazionale Romano Terme di Diocleziano, 5 febbraio-15 marzo 2016, Napoli, Palazzo Gravina, 5-23 marzo 2018.
Sommario: G.Rocco, Presentazione
M.L. Neri, Fra teoria e prassi. Un profilo biografico di Gustavo Giovannoni
C.Lenza, La fortuna critica di Gustavo Giovannoni. Traccia per un bilancio a settant’anni dalla scomparsa
M.Docci, M. Magnani Cianetti, Formazione e didattica
P.Cimbolli Spagnesi, A. Roca De Amicis, Storia dell’architettura
S.Benedetti, I. Delsere, F. Di Marco, Architetture
A.Pane, M.P. Sette, Città, ambiente, paesaggio: tra vecchio e nuovo
C.Varagnoli, M.G. Turco, Restauro
A.Pane (a cura di), Bibliografia degli scritti su Gustavo Giovannoni.

 

Gustavo Giovannoni tra storia e progetto

Ultimi Freschi di stampa

Architetture liberate. L’ex carcere storico di San Sebastiano a Sassari. Architettura e video | Liberated architecture. The historic prison of San Sebastiano in Sassari. Architecture and video

La dismissione delle strutture carcerarie storiche, conseguente al nuovo ‘Piano Straordinario per l’Edilizia Penitenziaria’, varato dal Governo del 2010 e aggiornato nel 2012, permette una riflessione sul tema del loro riuso, offrendo l’occasione per una condivisione d’intenti tra pubbliche amministrazioni e istituzioni accademiche.

altre pubblicazioni   

Architetture liberate. L’ex carcere storico di San Sebastiano a Sassari. Architettura e video | Liberated architecture. The historic prison of San Sebastiano in Sassari. Architecture and video

Architetture liberate. L’ex carcere storico di San Sebastiano a Sassari. Architettura e video | Liberated architecture. The historic prison of San Sebastiano in Sassari. Architecture and video

La dismissione delle strutture carcerarie storiche, conseguente al nuovo ‘Piano Straordinario per l’Edilizia Penitenziaria’, varato dal Governo del 2010 e aggiornato nel 2012, permette una riflessione sul tema del loro riuso, offrendo l’occasione per una condivisione d’intenti tra pubbliche amministrazioni e istituzioni accademiche.