Appello contro la distruzione dello Stadio di Lubiana

Lug 6, 2018 | comunicazioni

Riceviamo dal Prof. Alberto Grimoldi, e volentieri pubblichiamo, un appello – rivolto a tutti i soci SIRA – per fermare le devastanti trasformazioni previste per lo stadio di Plecnik a Lubiana dal piano di riqualificazione del Bežigrajski športni park (BŠP) programmato dall’Agenzia per l’Ambiente Sloveno (ARSO).

Lo stadio, la cui costruzione è iniziata nel 1925, è una delle maggiori opere di Jože Plečnik e rappresenta un elemento fondamentale nella definizione della forma urbis di Lubiana, conservando un valore di testimonianza materiale e simbolica che ne giustifica la tutela e un intervento di restauro, culturalmente compatibile con la qualità di questo fondamentale “segno” urbano.

Il piano proposto prevederebbe una demolizione estensiva dello stadio, compreso il monumento progettato da Plečnik – e la costruzione di massicci e massivi nuovi edifici (tra gli altri, una torre di più di 70m di altezza e tre edifici commerciali di 20 m di altezza ) con la conservazione di una minima parte dello stadio, distruggendo in questo modo il disegno originale e – con esso – il concetto sotteso.

Si chiede ai Soci di supportare l’appello, che pubblichiamo qui di seguito, promuovendo un nuovo progetto che possa coniugare la conservazione delle permanenze storiche con le attuali esigenze di riuso.

Testo appello

 

Ultime news

HORIZON EUROPE | Work programme 2021-2022. Culture, creativity and inclusive society

HORIZON EUROPE | Work programme 2021-2022. Culture, creativity and inclusive society

Il cluster mira a rafforzare i valori democratici europei, inclusi lo stato di diritto e i diritti fondamentali, salvaguardando il patrimonio culturale e promuovendo trasformazioni socioeconomiche che favoriscano l’inclusione e alla crescita. Aree d’intervento: democrazia; patrimonio culturale; trasformazioni sociali ed economiche.

altro da comunicazioni